Madonna, Mary Cross, postmediabooks, Milano, 2012

Credo che la maggior parte delle artiste donne siano così. Forse non nella musica pop, ma se guardi il lavoro di Sylvia Plath, di Frida Kahlo oppure la poesia di Anne Sexton, molte artiste prendono spunto proprio dalla loro vita e lo mettono nel proprio lavoro. Non credo di essere particolarmente originale o insolita. Ma forse la gente non è abituata a questo nella cultura pop.
Madonna, 2006

Madonna è la più grande artista donna vivente.
Norman Mailer, 1984

Come fa la cheerleader più esibizionista del liceo a diventare la donna più famosa nel mondo dello showbusiness. Il libro di Mary Cross analizza le varie vicende biografiche – educazione, amanti, matrimonio, maternità, carriera – e le analisi di teorici della cultura postmoderna senza riuscire a rispondere alla domanda "who's that girl". Chi è davvero Madonna? Forse è proprio questo suo atteggiamento ambiguo che ha contribuito a creare la star, la persona reale tende così a dissolversi tra le tante "maschere" da lei create, un atteggiamento che ha fatto scuola nello show business.
L'edizione italiana è "illustrata" da opere inedite dei seguenti artisti: Matteo Bergamasco, Stefano Cumia, Luca del Baldo, Davide La Rocca, Roberta Savelli e Virginia Zanetti.