A first step towards coincidences & meetings Part II

 A first step towards coincidences & meetings Part II

in collaborazione con Lisa Batacchi, Tony Fiorentini, Simone Ialongo, STLinitiatives, Indipendents, ArtVerona, 2012
 
incontrano Ermanno Cristini ed Alessandro Castiglioni
 
English text below
 
Salotto d’arte
 
Un lavoro a sei mani insieme con Lisa Batacchi, Simone Ialongo, per Indipendents-Art Verona, diventa così A first step towards coincidences & meetings Part II. Insieme abbiamo dato vita ad un salotto
artistico con oggetti e libri di riferimento per la nostra ricerca, composto da vari cuscini modulari fatti a mano, oggetti personali, libri e the. . Un ambiente informale ed accogliente, esito di un movimento
nomade e della necessità di apertura verso l’altro, dove si sono tenuti dei talk, con Egle Prati, Maria Pecchioli, Ermanno Cristini in dialogo con Alessandro Castiglioni, Cesare Pietroiusti come
rappresentante del collettivo Lucafausu (Emilio Fantin, Luigi Negro, Giancarlo Norese, Cesare Pietroiusti, Luigi Presicce), per discutere di progetti affini, di nuovi percorsi sperimentali e partecipativi di
fare arte e del rapporto sempre piu’ flessibile e dinamico del curatore nel partecipare all’atto creativo dell’artista. In questa occasione il pubblico, fra cui curiosi passanti, artisti, curatori, conoscenti, ha
arricchito i talks con il proprio intervento, aprendo così ulteriori possibilità di incontri e di coincidenze.
 
Art drawing room
 
site specific drawing room installation for the meetings, on interchangeable modular handmade pillows with personal effects, books and tea. An informal and welcoming site outcomed by a nomadic movement and by need to openness to the other.  Talks are required with Egle Prati, Maria Pecchioli, Ermanno Cristini, Alessandro Castiglioni, Cesare Pietroiusti as Lucafausu (Emilio Fantin, Luigi Negro, Giancarlo Norese, Cesare Pietroiusti, Luigi Presicce) to discuss close projects, new experimental,  relationship towars more and more ‘flexible and dynamic curator in the participation of the creative act of the artist. On this occasion, the public, including curious passers-by, artists, curators, acquaintances, has enriched the talks with their interventions, thus opening up further opportinities for meetings and coincidences.